Come sostenere i naturali processi di disintossicazione e purificazione con specifiche pratiche di yoga e di respiro

Specifiche pratiche di yoga e una corretta respirazione ti permetteranno di sostenere questi processi di purificazione e sentire quell’energia di rinascita e vitalità che questa stagione ci offre. 

La primavera è il momento del risveglio: le forze vitali custodite e nutrite durante l’inverno si rimettono in movimento e in questo ciclo di attivazione, i processi di disintossicazione sono più intensi del solito per eliminare le scorie accumulate.

La circolazione linfatica il sistema “spazzino”

La circolazione linfatica, una delle funzioni vitali più importanti e spesso ignorata, gioca un ruolo determinante per la nostra salute e nei processi di disintossicazione.

E’ un sistema complesso formato da organi, ghiandole e vasi linfatici in cui scorre un liquido chiaro e ha tre principali funzioni:

  1. contribuisce alla produzione e al trasporto di cellule immunitarie
  2. rimuovere i fluidi in eccesso dai tessuti
  3.  è il sistema “spazzino” del nostro corpo che collega tutte le cellule e gli organi svolgendo un ruolo determinante nell’eliminazione delle tossine (residui cellulari – virus – batteri – scorie ).

La circolazione del sangue porta ossigeno e sostanze nutritive a tutto il corpo e ha come “pompa” il cuore.

La circolazione linfatica invece è determinata dal movimento muscolare in particolare degli arti inferiori e del diaframma. Si mette quindi in movimento con l’attività fisica e una corretta respirazione diaframmatica.

La sua corretta circolazione raccoglie le scorie che vengono portate agli organi di eliminazione: reni, polmoni, intestino, pelle…

Se questa circolazione viene limitata o bloccata da un’ insufficiente attività fisica e da una respirazione contratta l’eliminazione non è possibile, le scorie tornano indietro nel sistema e l’organismo si intossica.

quali sono le posizioni dello yoga che aiutano questa circolazione?

 In genere le posizioni dello yoga (asana) agiscono sul sistema linfatico; in particolare le contrazioni muscolari degli arti inferiori “strizzano” la linfa favorendone la circolazione ed eliminando i liquidi in eccesso.
Le posizioni capovolte invertendo l’azione della gravità sull’intero organismo, favoriscono il ritorno venoso fanno rifluire la linfa permettendo una stimolazione del sistema endocrino e linfatico.
 

75% delle tossine del nostro corpo vengono eliminate in forma gassosa attraverso il respiro.

Una corretta respirazione e una struttura respiratoria libera da tensioni è determinante per una corretta eliminazione delle scorie.

Osserva quanta tensione accumuli nel tuo respiro in momenti di tensione o di continua fretta. Molto probabilmente l’abitudine a respirare molto al di sotto della tua potenzialità è talmente consolidata che neanche te ne accorgi più.

Ogni situazione emotiva di tensione o paura ha un’immediata ripercussione sul diaframma e tutti i muscoli della respirazione. Qualcosa puoi fare in modo autonomo per migliorare la tua vitalità e funzionalità respiratoria, ancora meglio se ti fai guidare da un’insegnante qualificato.

Un ambiente “pulito” è determinante per la salute e l’efficienza neurologica, fisiologica e psichica; passa quindi più tempo possibile all’aperto e cambia spesso l’aria nell’ambiente in cui vivi.
 
Sostenere  la disintossicazione del tuo corpo  in questo particolare momento dell’anno con specifiche pratiche di yoga e di respiro ti permetterà di recuperare energia e vitalità fisica e mentale! Buona pratica quindi! 🙂
 

Lascia un commento