I chakra

Probabilmente avrai già sentito parlare almeno una volta nella tua vita dei chakra.

I 7 chakra sono infatti dei punti cardine nella filosofia dello yoga dal momento che sono dei centri energetici molto importanti presenti nel nostro corpo.

Nel mio blog vedremo nei dettagli cosa sono i chakra, come funzionano e come risvegliarli con la pratica dello yoga e della meditazione, in modo da ottenere numerosi benefici psicofisici.

Iniziamo subito!

Cosa sono i chakra

Chakra è una parola sanscrita che significa ruota, disco o cerchio. I chakra sono i nostri punti vitali e rappresentano i centri energetici del nostro corpo che hanno il compito di assorbire la nostra energia vitale (prana) e distribuirla all’esterno.

Nel nostro corpo vengono contati ben 74 chakra ma di questi solo 7 sono i chakra base o principali. Ognuno di questi 7 chakra si trova in un preciso punto del nostro corpo e sono distribuiti tra la testa e la base della spina dorsale.

Anche se abbiamo dato loro una collocazione spaziale, i chakra non sono parte del nostro corpo fisico bensì del nostro corpo sottile, ossia la nostra parte emozionale.

Ed è proprio in quest’ultimo punto che possiamo trovare il kundalinî, un’energia che si trova in tutti noi e che è aggrovigliata su sé stessa come un serpente. Nel Hatha Yoga, i chakra rappresentano le tappe che il kundalini attraversa durante il suo percorso di ascesa.

I chakra vengono rappresentati anche con con dei fiori di loto visti dall’alto. Proprio per questo possono prendere anche il nome di Padma, che significa appunto “loto”. Ogni loto che rappresenta un chakra ha anche un numero diverso di petali e un diverso colore e contiene diversi elementi, come un mantra, una lettera dell’alfabeto sanscrito sui petali o un simbolo con un particolare significato.

A ogni chakra sono inoltre associati degli elementi particolari, come colori, suoni, pietre e così via.

Dopo questa premessa, probabilmente ti starai chiedendo: “Ma perché i chakra sono così importanti per noi?”

È molto semplice.

I chakra sono dei punti fondamentali nel nostro corpo poiché sono dei forti centri energici che collegano tra loro il corpo e la psiche.

Quando i chakra sono aperti, l’energia può fluire liberamente, con effetti positivi sia per la mente che per il corpo. Ma quando i chakra sono chiusi, l’energia non può più scorrere, formando un blocco che causa ripercussioni negative sia a livello fisico che a livello emotivo.

Per questo motivo è molto importante che i chakra rimangano sempre aperti

La tradizione dei chakra si è tramandata di generazione in generazione, attraverso i testi scritti e gli insegnamenti dei maestri ai propri discepoli, fino a diventare così fondamentali nella filosofia dello yoga da giungere sino a noi.

I chakra sono 7 centri energetici situati nel nostro corpo posizionati tra la testa e la parte più bassa della spina dorsale e sono:

Questi centri energetici hanno il compito di ricevere l’energia e di ridistribuirla attraverso le nadi, delle sorte di canali collegati alla spina dorsale che hanno il compito di trasportare l’energia nel resto del corpo.

Il nostro obiettivo sarà quindi sempre quello di mantenere la giusta apertura dei propri chakra, in modo equilibrato, così che l’energia possa scorrere fluida senza che si abbiano blocchi energetici (chakra chiusi) o un sovraccarico di energia (chakra troppo aperti). Entrambe queste situazioni possono portare infatti a malessere sia mentale sia fisico.

Dal momento che i chakra sono collegati ai gangli nervosi e alle ghiandole endocrine, la chiusura dei chakra e il conseguente blocco energetico che ne deriva può causare uno stato di crisi interiore e di malessere psicofisico oltre all’insorgere di patologie agli organi collegati a quelle ghiandole.

Quando un chakra viene risvegliato e viene quindi aperto, si raggiunge una maggiore coscienza di noi stessi e uno sviluppo di precisi benefici psicofisici.

Grazie per la tua attenzione e NAMASTE

Lascia un commento