Lo yoga

Lo yoga

Lo yoga ha il potere di modificare schemi di comportamento apparentemente inamovibili e di risvegliare il corpo, la mente e il cuore a nuove possibilità. Non importa chi siamo o per quanto temo ci siamo trincerati in comportamenti autodistruttivi: la pratica quotidiana dello yoga ha il potere di metterci di fronte alla nostra fondamentale bontà innata e a quella degli altri. 

E’ la pratica di osservare con chiarezza, ascoltare con udito fine e rispondere con abilità al momento presente con tutta l’empatia di cui siamo capaci. Ed è un tornare a casa con il corpo e nel corpo, perché è soltanto nel corpo che possiamo fare tutte queste cose.

Comunque sia, ciò che promette lo yoga è che con una pratica sincera, abile e coerente chiunque può diventare una persona in pace, felice e libera. Non importa chi siate o crediate di essere, ne importa quello che vi è successo in passato o a che punto vi trovate nel presente: chiunque abbia l’intenzione di andare al di là dei pensieri e dei comportamenti che lo limitano e immobilizzano troverà la libertà con l’aiuto di questa pratica.
Nel momento in cui vi impegnate nella pratica dello  yoga scoprirete che la pratica in sé è la ricompensa che se ne ottiene. La distanza che vi separa dalla pace della mente e dalla libertà dalla paura è proporzionale alla capacità che avete di focalizzarvi su di esse. Questo cambiamento di mentalità ha conseguenze immediate: cominciate a provare una sensazione di agio nella vita e vi sentite più capaci di adattarvi ai cambiamenti; fate esperienza di una nuova vitalità e chiarezza che influenzano le vostre relazioni in famiglia, nel lavoro e nel mondo.

Lo yoga ha il potere di modificare schemi di comportamento apparentemente inamovibili e di risvegliare il corpo, la mente e il cuore a nuove possibilità. Non importa chi siamo o per quanto temo ci siamo trincerati in comportamenti autodistruttivi: la pratica quotidiana dello yoga ha il potere di metterci di fronte alla nostra fondamentale bontà innata e a quella degli altri. 

E’ la pratica di osservare con chiarezza, ascoltare con udito fine e rispondere con abilità al momento presente con tutta l’empatia di cui siamo capaci. Ed è un tornare a casa con il corpo e nel corpo, perché è soltanto nel corpo che possiamo fare tutte queste cose.

Comunque sia, ciò che promette lo yoga è che con una pratica sincera, abile e coerente chiunque può diventare una persona in pace, felice e libera. Non importa chi siate o crediate di essere, ne importa quello che vi è successo in passato o a che punto vi trovate nel presente: chiunque abbia l’intenzione di andare al di là dei pensieri e dei comportamenti che lo limitano e immobilizzano troverà la libertà con l’aiuto di questa pratica.
Nel momento in cui vi impegnate nella pratica dello  yoga scoprirete che la pratica in sé è la ricompensa che se ne ottiene. La distanza che vi separa dalla pace della mente e dalla libertà dalla paura è proporzionale alla capacità che avete di focalizzarvi su di esse. Questo cambiamento di mentalità ha conseguenze immediate: cominciate a provare una sensazione di agio nella vita e vi sentite più capaci di adattarvi ai cambiamenti; fate esperienza di una nuova vitalità e chiarezza che influenzano le vostre relazioni in famiglia, nel lavoro e nel mondo.

Tempo

Cominciamo a mettere da parte un po’ di tempo ogni giorno per rallentare la nostra attività trovando così un ritmo più naturale che favorisce il nostro benessere; quel ritmo più rilassato ci permette di riflettere più che di reagire, di ammorbidire più che di indurire, di vedere con chiarezza come stanno ora le cose invece di indugiare nel passato o preoccuparci per il futuro. Praticando lo yoga, queste cose le otteniamo con mezzi semplici.

La pratica delle posizioni ci fa rilasciare tensioni che col tempo si sono andate accumulando nel corpo; in seguito affina i nostri sensi rendendoci sensibili, adattabili e resistenti. Allo stesso tempo, facciamo nuovamente conoscenza con la natura ciclica del respiro e con la sua relazione con la saggezza percettiva del nostro corpo. Impariamo a inspirare completamente e ad aprirci a esperienze nuove; impariamo a espirare completamente e a liberarci nelle pause che si presentano in questo ciclo di crescita e di dissolvimento: come dei surfisti sulle onde oceaniche, cominciamo a sincronizzarci con la marea montante e calante della vita, invece di combatterla.

Cominciamo a riconoscere gradualmente che in mezzo ai su e giù, tra il venire e l’andare, c’è una matrice di quiete che è lo sfondo di tutti i fenomeni.

Corpo

Mente

Con queste pratiche corporali, inoltre rialleniamo la mente con metodo e accuratezza a lavorare per noi invece che contro di noi. Impariamo a concentrare la mente su una cosa per volta e in questo modo arriviamo a svolgere i nostri compiti quotidiani e ad affrontare le nostre responsabilità di tutti i giorni con pienezza ed efficacia d’azione. Alla fine man mano che ci risvegliamo a quello che succede realmente qui e ora non ci lasciamo più intrappolare e spremere dalle cose che prima ci davano problemi.

Tempo

Cominciamo a mettere da parte un po’ di tempo ogni giorno per rallentare la nostra attività trovando così un ritmo più naturale che favorisce il nostro benessere; quel ritmo più rilassato ci permette di riflettere più che di reagire, di ammorbidire più che di indurire, di vedere con chiarezza come stanno ora le cose invece di indugiare nel passato o preoccuparci per il futuro. Praticando lo yoga, queste cose le otteniamo con mezzi semplici.

La pratica delle posizioni ci fa rilasciare tensioni che col tempo si sono andate accumulando nel corpo; in seguito affina i nostri sensi rendendoci sensibili, adattabili e resistenti. Allo stesso tempo, facciamo nuovamente conoscenza con la natura ciclica del respiro e con la sua relazione con la saggezza percettiva del nostro corpo. Impariamo a inspirare completamente e ad aprirci a esperienze nuove; impariamo a espirare completamente e a liberarci nelle pause che si presentano in questo ciclo di crescita e di dissolvimento: come dei surfisti sulle onde oceaniche, cominciamo a sincronizzarci con la marea montante e calante della vita, invece di combatterla.

Cominciamo a riconoscere gradualmente che in mezzo ai su e giù, tra il venire e l’andare, c’è una matrice di quiete che è lo sfondo di tutti i fenomeni.

Corpo

Mente

Con queste pratiche corporali, inoltre rialleniamo la mente con metodo e accuratezza a lavorare per noi invece che contro di noi. Impariamo a concentrare la mente su una cosa per volta e in questo modo arriviamo a svolgere i nostri compiti quotidiani e ad affrontare le nostre responsabilità di tutti i giorni con pienezza ed efficacia d’azione. Alla fine man mano che ci risvegliamo a quello che succede realmente qui e ora non ci lasciamo più intrappolare e spremere dalle cose che prima ci davano problemi.